Interporto di NOLA - Lotto D - M. 103/106 - Nola (NA) ITALY
Lun - Ven: 09:00 - 17:00
+39 0815109403

  

Incoterms 2010

Incoterms è l’abbreviazione di International Commercial Terms, e identificano le pattuizioni commerciali comunemente utilizzate nelle compravendite di beni mobili (dunque merci che possono essere geograficamente trasferite) che regolano la ripartizione di responsabilità, costi e rischi della consegna delle merci, fra venditore e compratore. E’ bene sapere che queste non sono norme di legge, dunque non si applicano automaticamente ai contratti di vendita, ma vanno di volta in volta concordati. Quindi conoscere approfonditamente il loro significato è molto importante per chiunque ha rapporti commerciali, al fine di evitare di incappare in rischiose situazioni.

Gli incoterms permettono di definire il momento della consegna, intesa come il momento in cui avviene il passaggio di responsabilità e dei rischi del trasporto fra il venditore e il compratore. Più semplicemente aiuta a identificare chi, fra il venditore e il compratore, deve occuparsi della spedizione e fino a dove.

Gli incoterms sono un istituzione da oltre sessantanni, per la precisione dal 1953. Durante i decenni sono stati frequentemente aggiornati fino alla loro ultima versione del 2010. I termini indicati negli incoterms sono rappresentati in sigle, che possono sembrare poco chiare ad una prima lettura, ma comprensibili una volta chiariti alcuni concetti. Vediamo insieme dunque quali sono.

Sono divisi in due gruppi distinti: il primo racchiude i termini validi per qualsiasi tipo di trasporto, mentre il secondo comprende solo i termini applicabili ai trasporti via mare o fluviali.

Breve descrizione degli Incoterms 2010

EXW
“Ex Works” il venditore mette a disposizione del compratore la merce presso la propria sede o quella dell’ultima fase di lavorazione. Il venditore non si fa carico di alcun rischio, costo o responsabilità. Tutti i costi di spedizione sono a carico del compratore. Si dice comunemente franco fabbrica.
FCA
“Free Carrier” il venditore consegna la merce al corriere indicato dal compratore, presso la propria sede o in un’altra sede designata dal compratore. In questo caso il venditore è responsabile, e sono a suo carico i costi e i rischi, per la fase di carico e di trasporto fino alla sede del corriere.
CPT
“Carriage Paid To” il venditore consegna la merce al vettore in un luogo concordato. Il venditore deve dunque stipulare un contratto di trasporto e pagare le spese fino al luogo concordato.
CIP
“Carriage and Insurance Paid to” significa che il venditore deve consegnare la merce al vettore in luogo concordato. Il venditore deve dunque stipulare un contratto di trasporto e pagare le spese di spedizione fino al luogo di destino concordato. Il venditore dovrà inoltre stipulare un contratto di copertura assicurativa contro il rischio del compratore di perdita o danni durante il trasporto. In questo caso però la copertura assicurativa offerta sarà minima.
DAT
“Delivered At Terminal” significa che il venditore è responsabile del trasporto fino al momento in cui le merci, una volta che il vettore abbia predisposto anche le operazioni di scarico, siano giunte in un luogo pattuito come un porto o un terminal. Con “Terminal” si identifica una banchina, un porto, un magazzino, o un terminal cargo aereo.
DAP
“Delivered At Place” significa che il venditore si assume tutti i rischi del trasporto fino allo scarico della merce nel luogo pattuito con il compratore.
DDP
“Deliverd Duty Paid” significa che il venditore è responsabile e si fa carico di tutti i rischi e i costi di trasporto fino alla consegna nel luogo pattuito con il compratore, e si fa carico di tutti i rischi e costi delle operazioni di sdoganamento.

FAS
“Free Along Side” significa che il venditore consegna la merce sottobordo, ad esempio su una banchina o una chiatta, alla nave designata dal compratore al trasporto. Il rischio e la responsabilità della merce passa dal venditore al compratore quando la spedizione viene messa a disposizione lungo la banchina. Tutte le fasi del trasporto a partire dalle operazioni di carico della nave sono sotto la responsabilità del compratore.
FOB
“Free On Board” significa che il venditore consegna la merce presso il luogo di carico della nave ed è responsabile del carico della spedizione sulla nave indicata dal compratore.
CFR (o C&F)
“Cost and Freight” significa che il venditore consegna la merce a bordo della nave designata dal compratore, ma sostiene le spese fino al luogo di destino, o il punto di destinazione convenuto. Il rischio di perdita o danneggiamento dei beni passa quando le merci sono a bordo della nave.
CIF
“Cost Insurance and Freight” come nel caso del CFR, il venditore consegna la merce a bordo della nave designata dal compratore, ma oltre a pagare le spese di spedizione fino al destino convenuto, dovrà stipulare anche una copertura assicurativa minima contro il rischio del compratore di danni e perdita derivanti dal trasporto.